Corso di Laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico
(L/SNT-3)

  • Roma
  • Lingua Italiana
Panoramica
Piano di Studi e Schede Insegnamento
Prova di ammissione
Calendario
Laurea
Sistema AQ
SEGNALAZIONE STUDENTI
Regolamenti

Corso di Laurea Triennale in Tecniche di Laboratorio Biomedico

Il Corso di Laurea Triennale in Tecniche di Laboratorio Biomedico (L/SNT-3 Classe delle Lauree in Professioni Sanitarie Tecniche) ha lo scopo di formare operatori sanitari a cui competono le attribuzioni del D.M. del Ministero della Sanità, del 26 Settembre 1994, n. 745 e successive modificazioni ed integrazioni. I laureati in Tecniche di Laboratorio Biomedico sono gli operatori sanitari responsabili nelle strutture di laboratorio del corretto adempimento delle procedure analitiche e del loro operato, svolgono con autonomia tecnico professionale la propria prestazione lavorativa in diretta collaborazione con il personale laureato di laboratorio preposto alle diverse responsabilità operative di appartenenza. I laureati in Tecniche di Laboratorio Biomedico, possono trovare occupazione sia in regime di dipendenza in strutture di laboratorio pubbliche (Aziende Ospedaliere, Policlinici Universitari, Istituti a carattere di ricerca, Istituti Zooprofilattici ed altro) o private (laboratori di analisi privati ed altro) che in regime libero professionale.

Il raggiungimento di tali obiettivi e competenze avviene tramite un percorso formativo di 3 anni con un raggiungimento di 180 Crediti Formativi Universitari (CFU), 60 CFU per ogni anno con obbligo di frequenza per il 75%, comprendenti attività di didattica frontale, tirocinio pratico (professionalizzante), studio individuale, laboratori ed attività a scelta dello studente. Con il Corso di Laurea Triennale in Tecniche di Laboratorio Biomedico gli studenti apprenderanno:

  • basi scientifiche e della preparazione teorico-pratica necessarie per essere abilitati all’esercizio della professione di Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico e della metodologia e cultura necessarie per la pratica della formazione permanente, nonché di un livello di autonomia professionale, decisionale ed operativa derivante da una formazione teorica e pratica che includa anche l’acquisizione di competenze comportamentali e che venga conseguita nel medesimo contesto lavorativo specifico, così da garantire al termine del percorso formativo, la piena padronanza di tutte le necessarie competenze e la loro immediata spendibilità nell’ambiente lavorativo;
  • capacità di svolgere attività di laboratorio di analisi e di ricerca, relative ad analisi biomediche e biotecnologiche ed in particolare biochimica clinica, microbiologia e virologia, farmaco-tossicologia, immunologia, patologia cellulare, ematologia, citologia e istopatologia, medicina trasfusionale, medicina di genere e genomica;
  • capacità di controllare e verificare il corretto funzionamento delle apparecchiature utilizzate;
  • capacità di adempire correttamente alle procedure analitiche e del proprio operato, nell’ambito delle proprie funzioni in applicazione dei protocolli di lavoro;
  • capacità di collaborare con le diverse figure professionali nelle attività sanitarie di gruppo;
  • capacità di contribuire alla formazione del personale di supporto e concorrere direttamente all’aggiornamento relativo al proprio profilo professionale;
  • capacità di contribuire alla ricerca, per le proprie competenze;
  • capacità di applicare, nelle decisioni professionali, anche i principi dell’economia sanitaria a vantaggio della collettività.

L’obiettivo è quello di formare dei neolaureati con elevate conoscenze teoriche e pratiche delle metodologie innovative sempre più importanti nella medicina del futuro, tali da renderli più attrattivi in specifici ambiti lavorativi. Il laureato in Tecniche di Laboratorio Biomedico potrà accedere a percorsi di formazione avanzata, master di primo livello e lauree magistrali. Al conseguimento della laurea magistrale possono accedere alle scuole di specializzazione e dei dottorati di ricerca, come da bandi.

Tipologia delle attività didattiche e formative

Didattica formale

Tale forma di didattica comprende: – lezioni frontali: trattazione di uno specifico argomento, identificato da un titolo, effettuata da un docente, anche con l’ausilio di supporti informatici e/o multimediali, sulla base di un calendario predefinito ed impartita agli studenti regolarmente iscritti ad un determinato anno di corso, anche suddivisi in piccoli gruppi; – seminari: attività didattica con le stesse caratteristiche della lezione frontale, ma svolta contemporaneamente da più docenti con competenze diverse e come tale annotata nel registro delle lezioni di ciascuno di essi.
Il corso è in lingua italiana.

Didattica non formale

Si tratta di attività didattica interattiva, indirizzata a un piccolo gruppo di studenti e coordinata da un tutore, il cui compito è quello di facilitare gli studenti nell’acquisizione di conoscenze, abilità e modelli comportamentali. L’apprendimento avviene prevalentemente attraverso gli stimoli derivanti dall’analisi di problemi e attraverso la mobilitazione delle competenze metodologiche necessarie alla loro soluzione e all’assunzione di decisioni, nonché mediante l’effettuazione diretta e personale di azioni (gestuali e relazionali) nel contesto di esercitazioni pratiche e/o della frequenza in reparti clinici, ambulatori, strutture territoriali, laboratori di ricerca.

  1. A) Corsi di insegnamento.  I corsi integrati di insegnamento sono tenuti da uno o più docenti, in funzione degli obiettivi specifici assegnati al corso. Gli obiettivi specifici dei singoli corsi, che sono contenuti nei programmi d’esame, e la loro programmazione, sono proposti annualmente dai docenti del corso entro la data di inizio delle iscrizioni  al nuovo anno accademico.
  2. B) Attività professionalizzanti. Durante i tre anni di Corso di laurea lo studente è tenuto ad acquisire specifiche professionalità nel campo dell’infermieristica svolgendo attività di tirocinio presso le strutture identificate dal Consiglio di Corso di Laurea(CCL) e nei periodi dallo stesso definiti. Il tirocinio può essere fatto anche nei Paesi in via di sviluppo.
  3. C) Attività elettive. Il CCL organizza l’offerta di attività didattiche elettive, realizzabili con lezioni frontali, seminari, corsi interattivi a piccoli gruppi, fra i quali lo Studente esercita la propria personale opzione, fino al conseguimento di un numero complessivo di 6 CFU. Ogni Studente sceglie autonomamente le attività elettive  tra le offerte didattiche.

 

Lingua di erogazione: Italiano.

Presidente del Corso di Laurea: Prof. Daniele Armenia

 Direttore Didattico: Prof. Fabbio Marcuccilli (fabbio.marcuccilli@unicamillus.org)

Rapporto AlmaLaurea 2023

I Laureati UniCamillus valutano positivamente l’esperienza di studio, come rilevato dal Rapporto AlmaLaurea 2023, dal quale si evince che il 100% dei laureati triennali considera efficace il titolo di studio conseguito.

⇒ Scarica la Scheda Unica Annuale – Soddisfazione per il corso di studio concluso e condizione occupazionale dei laureati relativa al Corso di Laurea triennale in Tecniche di Laboratorio Biomedico.

Didattica programmata

La Didattica programmata comprende il complesso degli insegnamenti, i relativi CFU e i settori scientifico-disciplinari previsti per l’intero percorso di studi della coorte (anno di immatricolazione) di riferimento.

 
 
 

 

Didattica erogata

La Didattica erogata è il complesso di tutti gli insegnamenti erogati nell’anno accademico di riferimento, completi della relativa copertura di docenza con la tipologia e il numero di ore di didattica assistita da erogare.

 Scarica la scheda della didattica erogata

Requisiti per tutti i candidati, comunitari e non comunitari

I candidati che desiderano partecipare al test di ammissione devono soddisfare uno dei seguenti requisiti:

  • possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado conseguito a seguito di un percorso di almeno 12 anni di scolarità.
    Se il diploma è afferente ad un ordinamento estero è necessario corredare la documentazione con la Dichiarazione di Valore rilasciata dalle rappresentanze diplomatiche italiane o con Certificazione CIMEA.
  • frequenza ultimo anno di scuola secondaria di secondo grado che consenta il conseguimento di un titolo valido per l’ammissione al corso (diploma di secondo grado di almeno 12 anni di scolarità).
    Sarà necessario, produrre entro i termini indicati, idoneo titolo di studio pena la perdita del beneficio all’immatricolazione o la decadenza dall’immatricolazione se già ammessi. Non è previsto alcun rimborso.
  • titolo conclusivo degli studi superiori conseguito in un sistema scolastico che preveda 10 o 11 anni di scolarità, integrato con uno o due anni di università, a condizione di aver superato tutti gli esami previsti per quegli anni accademici.

Ogni candidato al fine di perfezionare l’iscrizione alla prova di ammissione dovrà seguire le istruzioni presenti alla pagina dedicata e pagare la relativa tassa di iscrizione al test.

Il candidato è responsabile per le informazioni date nella compilazione del form di iscrizione. La presenza di informazioni false, errate od omesse comporta l’immediata esclusione dal test o, se già superato, la cancellazione dalle liste degli ammessi. Per tutti i candidati la quota di partecipazione al test non è rimborsabile ad alcun titolo.

 

Prova di ammissione

Al Corso di Laurea si accede mediante test di ammissione. Il processo di ammissione si differenzia per i candidati UE e non-UE.

Per maggiori dettagli si rimanda direttamente alla pagina dedicata ai Bandi di ammissione.

 

 

Calendario Didattico Anno Accademico 2023/2024

Calendario Didattico Anno Accademico 2022/2023

Calendario Didattico Anno Accademico 2021/2022

Prova finale e conseguimento del titolo

Per essere ammessi/e alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano di studi di riferimento, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio e alle attività seminariali.

L’Esame finale del Corso di Laurea ha valore di Esame di Stato abilitante all’esercizio della professione e si compone di:

  1. Una prova pratica nel corso della quale lo/a studente/ssa deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale;
  2. Stesura e discussione di un elaborato originale scritto sotto la supervisione di un/a relatore/rice.

Sessioni di Laurea

  • I Sessione Novembre
    La prova pratica si svolgerà il giorno 20 novembre 2023 dalle ore 15:00, presso il Laboratorio di Anatomia – sede centrale dell’Ateneo.
    La discussione della Tesi si terrà il giorno 24 novembre 2023 dalle ore 15:00, presso l’Aula Magna dell’UniCongress Hall.
  • Sessione Straordinaria Aprile
    La prova pratica si svolgerà il giorno 4 aprile 2024 dalle ore 15:00, presso il Laboratorio di Anatomia – sede centrale dell’Ateneo.
    La discussione della Tesi si terrà il giorno 9 aprile 2024 dalle ore 15:00, presso l’Aula Magna dell’UniCongress Hall.

Regolamento

Tutte le indicazioni in merito ai requisiti di ammissione, prova d’esame finale, commissione, punteggio e calcolo del voto sono contenute all’interno del Regolamento prova finale per i corsi di laurea triennale nelle professioni sanitarie.

→ Scarica il regolamento

→ Scarica la guida per la richiesta tesi

→ Scarica la guida per la domanda di laurea

All’interno del documento sono inoltre illustrate le scadenze e  la procedura online a cui ogni studente/ssa dovrà attenersi. Seguono gli allegati che bisognerà utilizzare per la stesura della tesi:

All. 1 – Cronoprogramma delle scadenze (All_1 formato pdf);

All. 2 – Nota tecnica stesura tesi (All_2 formato pdf);

All. 3 – Fac simile copertina tesi (All_3 formato word);

All. 4 – Fac simile frontespizio tesi (All_4 formato word);

All. 5 – Logo (All_ 5 formato png);

All. 6 – Dichiarazione di originalità di ricerca e di onestà accademica (All_6 formato pdf).

All. 7 – Template Power Point (All_7 scaricabile in formato ppt).

Per qualsiasi informazione in merito alla procedura di laurea, siete pregati di scrivere a graduation@unicamillus.org

 

Sistema AQ al Livello dei Corsi di Studi

I Corsi di Studio sono al centro della missione educativa dell’Ateneo e sono costantemente aggiornati ad opera del Gruppo di Assicurazione della Qualità (GAQ), che è istituito per ogni singolo CdS.

Il GAQ è composto dal Presidente del CdS, dal Manager/Direttore Didattico, da un docente di riferimento e da un rappresentante degli studenti. Il GAQ concorre nella progettazione, realizzazione e verifica di tutte le attività connesse al CdS, assicurandone il corretto e regolare svolgimento in coordinamento con il PQA e gli altri referenti di AQ di Ateneo.

Nella fase transitoria prevista dallo Statuto il GAQ è chiamato a svolgere anche le funzioni normalmente di pertinenza del Gruppo di Riesame.

Il GAQ/GdR ha il compito di:

1) individuare eventuali interventi migliorativi relativi al CdS, precisandone le scadenze temporali e gli indicatori che permettono di verificarne il grado di attuazione;

2) verificare l’avvenuto raggiungimento degli obiettivi prefissati o individuare eventuali motivazioni di un mancato o parziale raggiungimento;

4) redigere la Scheda di Monitoraggio Annuale (SMA);

5) redigere il Rapporto di Riesame Ciclico.

Gruppo Assicurazione Qualità CdS Tecniche di Laboratorio Biomedico

Il servizio costituisce la modalità attraverso la quale lo studente di UniCamillus può effettuare segnalazioni relative ad esempio alla didattica o all’organizzazione. Ha l’obiettivo di favorire una comunicazione adeguata e diretta tra gli studenti ed i referenti dell’Ateneo.

Contatti:

Per comunicazioni al Direttore Didattico: fabbio.marcuccilli@unicamillus.org

Per comunicazioni alla Segreteria Didattica del CdL: hp.didactics@unicamillus.org

Per istanze relative alla carriera accademica: office@unicamillus.org

→ Per richieste ai rappresentanti degli studenti (il compito dei rappresentanti è quello di raccogliere le sollecitazioni degli studenti e di proporre iniziative per coinvolgere i colleghi ad una partecipazione attiva nella vita universitaria):

Coorte 2023/2024 • Bartoluccio Gaia 
 • Vitale Melania
Coorte 2022/2023 • Pafundi Giuseppe 
 • Giordano Angelica 
Coorte 2021/2022 • Lodato Paolo Gioacchino Maria
 • Colizzi Sara
Coorte 2020/2021 • De Martini Susanna
 • Elia Giuseppe
Coorte 2019/2020 • Giordano Irene
 • Ciccarelli Francesco
Coorte 2018/2019 • Archibald Cineus Fatherson Jean Verlin

 

Regolamenti

⇒ Regolamento Didattico CdS Tecniche di Laboratorio Biomedico A.A. 2023-2024
⇒ Regolamento Didattico CdS Tecniche di Laboratorio Biomedico A.A. 2022-2023
⇒ Regolamento Didattico CdS Tecniche di Laboratorio Biomedico A.A. 2021-2022
⇒ Regolamento Didattico CdS Tecniche di Laboratorio Biomedico A.A. 2020-2021
⇒ Regolamento Didattico CdS Tecniche di Laboratorio Biomedico A.A. 2019-2020
⇒ Regolamento Didattico CdS Tecniche di Laboratorio Biomedico A.A. 2018-2019

⇒ Scarica il regolamento tirocinio del Corso di Laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico