Corso di Laurea in Ostetricia

Panoramica
Piano di Studi
Prova di ammissione
Area Studenti
Testi
Calendario
Sistema AQ

Il Corso di Laurea Triennale in Ostetricia ha l’obiettivo di formare professionisti sanitari cui competono le competenze de D.M. n. 740 del 14 settembre 1994 e successive modificazioni ed integrazioni dal Codice Deontologico. Il laureato in Ostetricia è responsabile della assistenza ostetrica, ginecologica e neonatologia preventiva curativa, palliativa e riabilitativa. L’ostetrica promuove l’educazione e tutela della salute della donna in tutte le sue fasi della vita, coppia, bambino e collettività; assistenza, educazione terapeutica, gestione, formazione, ricerca e consulenza. Prepara ad identificare i bisogni della salute della donna, madre, assistenza al parto, puerperio, bambino e famiglia. Si occupa della salute globale, sessuale e riproduttiva e prevenzione oncologica. Il raggiungimento di tali obiettivi e competenze avviene tramite un percorso formativo di 3 anni con un raggiungimento di 180 Crediti Formativi Universitari (CFU), 60 CFU per ogni anno con obbligo di frequenza per il 75%, comprendenti attività di didattica frontale, tirocinio pratico (professionalizzante), studio individuale, laboratori ed attività a scelta dello studente. Il Corso si conclude con il raggiungimento dei 180 CFU, una prova pratica abilitante alla Professione Ostetrica e discussione dell’esame finale.  

Tipologia delle attività didattiche e formative

Didattica formale

Tale forma di didattica comprende: – lezioni frontali: trattazione di uno specifico argomento, identificato da un titolo, effettuata da un docente, anche con l’ausilio di supporti informatici e/o multimediali, sulla base di un calendario predefinito ed impartita agli studenti regolarmente iscritti ad un determinato anno di corso, anche suddivisi in piccoli gruppi; – seminari: attività didattica con le stesse caratteristiche della lezione frontale, ma svolta contemporaneamente da più docenti con competenze diverse e come tale annotata nel registro delle lezioni di ciascuno di essi. Nell’ultimo periodo del corso, quando gli studenti non italiani avranno acquisito sufficiente padronanza della lingua, alcuni insegnamenti potranno essere somministrati in italiano.

Didattica non formale

Si tratta di attività didattica interattiva, indirizzata a un piccolo gruppo di studenti e coordinata da un tutore, il cui compito è quello di facilitare gli studenti nell’acquisizione di conoscenze, abilità e modelli comportamentali. L’apprendimento avviene prevalentemente attraverso gli stimoli derivanti dall’analisi di problemi e attraverso la mobilitazione delle competenze metodologiche necessarie alla loro soluzione e all’assunzione di decisioni, nonché mediante l’effettuazione diretta e personale di azioni (gestuali e relazionali) nel contesto di esercitazioni pratiche e/o della frequenza in reparti clinici, ambulatori, strutture territoriali, laboratori di ricerca.

  • A) Corsi di insegnamento.  I corsi integrati di insegnamento sono tenuti da uno o più docenti, in funzione degli obiettivi specifici assegnati al corso. Gli obiettivi specifici dei singoli corsi, che sono contenuti nei programmi d’esame, e la loro programmazione, sono proposti annualmente dai docenti del corso entro la data di inizio delle iscrizioni  al nuovo anno accademico.
  • B) Attività professionalizzanti. Durante i tre anni di Corso di laurea lo studente è tenuto ad acquisire specifiche professionalità nel campo dell’infermieristica svolgendo attività di tirocinio presso le strutture identificate dal Consiglio di Corso di Laurea(CCL) e nei periodi dallo stesso definiti. Il tirocinio può essere fatto anche nei Paesi in via di sviluppo.
  • C) Attività elettive. Il CCL organizza l’offerta di attività didattiche elettive, realizzabili con lezioni frontali, seminari, corsi interattivi a piccoli gruppi, fra i quali lo Studente esercita la propria personale opzione, fino al conseguimento di un numero complessivo di 6 CFU. Ogni Studente sceglie autonomamente le attività elettive  tra le offerte didattiche.
I ANNO – I SEM.CFUSSDDISCIPLINACFU PARZIALE
BIOLOGIA, FISICA APPLICATA, BIOCHIMICA4   
  bio/10biochimica1
  med/03genetica medica1
  fis/07fisica applicata1
  bio/13biologia applicata1
ANATOMIA E FISIOLOGIA6   
  bio/09fisiologia2
  bio/16anatomia umana3
  bio/17istologia1
SCIENZE UMANE E PROMOZIONE DELLA SALUTE7   
  med/02storia della medicina1
  m-dea/01discipline demoetnoantropologiche1
  med/36diagnostica per immagini e radioterapia1
  sps/07sociologia generale1
  m-psi/01psicologia generale2
  m-ped/01pedagogia generale e sociale1
SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO GINECOLOGICHE I9   
  med/47sc.inf.ostetrico ginecologiche8
  med/45scienze infermieristiche1
I ANNO – II SEM.    
PATOLOGIA GENERALE E FISIOPATOLOGIA6   
  med/04patologia generale3
  med/05patologia clinica1
  med/07microbiologia e microbiologia clinica2
SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO GINECOLOGICHE II6   
  med/47sc.inf.ostetrico ginecologiche5
  med/45scienze infermieristiche1
INFORMATICA/ATTIVITÀ  SEMINARIALE2  2
TIROCINIO19med/47sc.inf.ostetrico ginecologiche19
LABORATORI PROFESSIONALI1  1
CFU TOTALI I AA60   
II ANNO – I SEM.CFUSSDDISCIPLINACFU PARZIALE
FISIOPATOLOGIA DELLA RIPRODUZIONE UMANA7   
  bio/14farmacologia1
  med/09medicina interna1
  med/42igiene generale e applicata1
  med/40ginecologia e ostetricia2
  med/01statistica medica1
  med/18chirurgia generale1
SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO GINECOLOGICHE III6   
  med/47sc.inf.ostetrico ginecologiche6
  II ANNO – II SEM.      
SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO GINECOLOGICHE IV7   
  med/47sc.inf.ostetrico ginecologiche7
MEDICINA INTERNA,SCIENZE CHIRURGICHE, MEDICINA PRENATALE, ASSISTENZA AL PARTO6   
  med/06medicina specialistica1
  med/18chirurgia generale1
  med/13endocrinologia1
  med/40ginecologia e ostetricia3
OSTETRICIA MATERNO INFANTILE9   
  med/38pediatria generale e specialistica2
  med/47sc.inf.ostetrico ginecologiche2
  med/03genetica medica1
  m-psi/08psicologia clinica2
  med/40ginecologia e ostetricia2
ESAMI A SCELTA3  3
TIROCINIO18med/47sc.inf.ostetrico ginecologiche18
LABORATORI PROFESSIONALI1  1
INFORMATICA/ATTIVITÀ  SEMINARIALE2  2
INGLESE SCIENTIFICO1l-lin/12lingua inglese1
CFU TOTALI II AA60   
III ANNO – I SEM.CFUSSDDISCIPLINACFU PARZIALE
ANESTESIA E RIANIMAZIONE – PRINCIPI DI FARMACOLOGIA APPLICATI ALL’OSTETRICIA5   
  bio/14farmacologia1
  med/17malattie infettive1
  med/40ginecologia e ostetricia1
  med/41anestesiologia1
  med/18chirurgia generale1
SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO GINECOLOGICHE V6   
  med/47sc.inf.ostetrico ginecologiche6
INGLESE SCIENTIFICO2l-lin/12lingua inglese2
PATOLOGIA OSTETRICO GINECOLOGICA ENDOCRINOLOGIA E SESSUOLOGIA5   
  med/40ginecologia e ostetricia3
  med/13endocrinologia1
  med/49scienze dietistiche applicate1
III ANNO – II SEM    
ECONOMIA E POLITICA SOCIALE E INTERNAZIONALE7   
  secs-p/02politica economica4
  med/42igiene generale applicata1
  secs-p/07economia aziendale2
INFORMATICA/ATTIVITÀ  SEMINARIALE2  2
TIROCINIO23med/47sc.inf.ostetrico ginecologiche23
LABORATORI PROFESSIONALI1  1
ESAMI A SCELTA3  3
PROVA FINALE6  6
CFU TOTALI III AA60   
     
CFU TOTALI180   

Pre requisiti per tutti i candidati, comunitari e non comunutari

I pre-requisiti richiesti allo studente che desidera immatricolarsi al Corso di Laurea in Ostetricia sono:

  • possesso di un’adeguata preparazione iniziale secondo quanto previsto dalle normative vigenti relative all’accesso ai corsi a numero programmato a livello nazionale.
  • buona predisposizione al contatto umano
  • buona capacità al lavoro di gruppo
  • abilità ad analizzare e risolvere i problemi
  • abilità ad acquisire autonomamente nuove conoscenze ed informazioni riuscendo a valutarle criticamente

I candidati che desiderano partecipare al test di ammissione devono inoltre soddisfare uno dei seguenti requisiti:

  • diploma di istruzione secondaria di secondo grado che dia accesso all’Università, rilasciato da una istituzione scolastica statale o paritaria del sistema scolastico italiano in Italia o all’estero;
  • titolo conclusivo degli studi superiori emesso da un’istituzione appartenente ad un sistema scolastico straniero, ubicata in Italia o all’estero, conseguito a seguito di un percorso di almeno 12 anni di scolarità;
  • titolo conclusivo degli studi superiori conseguito in un sistema scolastico che preveda 10 o 11 anni di scolarità, integrato con uno o due anni di università, a condizione di aver superato tutti gli esami previsti per quegli anni accademici.

Possono altresì partecipare alle selezioni anche i candidati iscritti all’ultimo anno di scuola secondaria di secondo grado presso le istituzioni scolastiche statali e paritarie del sistema scolastico italiano o presso una istituzione scolastica superiore estera che consenta il conseguimento di un titolo valido per l’ammissione ai corsi della formazione superiore del sistema italiano con l’intesa, se superata la prova, di produrre il diploma o titolo di studio appena conseguito all’atto della successiva iscrizione ai corsi pena l’eliminazione dalla lista degli ammessi. Ogni candidato al fine di perfezionare l’iscrizione alla prova di ammissione dovrà registrarsi e seguire le istruzioni.

Il candidato è responsabile per le informazioni date nella compilazione del form di iscrizione. La presenza di informazioni false, errate od omesse comporta l’immediata esclusione dal test o, se già superato, la cancellazione dalle liste degli ammessi. Per tutti i candidati la quota di partecipazione al test non è rimborsabile ad alcun titolo.

Prova di ammissione per i candidati comunitari

L’accesso al corso di laurea magistrale in Medicina ed agli altri corsi della Facoltà di Medicina è regolato da un test di ammissione scritto a risposta multipla. La prova di ammissione UniCamillus consiste in una prova scritta in lingua italiana composta da sessanta domande a risposta multipla di ragionamento logico (20), cultura generale (5), Biologia (10), Chimica (10), fisica (10) e matematica (5) che presentano cinque opzioni di risposta, tra cui il candidato deve individuarne una soltanto, scartando le conclusioni errate, arbitrarie o meno probabili. La prova avrà una durata di 70 minuti. A seguito dell’espletamento della prova, sarà redatta una graduatoria unica di merito definita sulla base del punteggio conseguito da ciascun candidato nella prova di ammissione. Entro le date previste ogni candidato al fine di perfezionare l’iscrizione alla prova di ammissione dovrà registrarsi e seguire le istruzioni.

Prova di ammissione per candidati non comunitari

I Candidati Non Comunitari a seguito della iscrizione al test saranno chiamati a sostenere la prova UCAT. Il test UCAT è sviluppato e gestito dall’UKCAT Consortium. Per informazioni sui contenuti del test e come prepararsi al test si prega di consultare www.ukcat.ac.uk. UCAT è un test su computer da sostenere presso test center certificati della durata di due ore. Il test consiste in cinque separate sezioni da superare entro un tempo stabilito e costituite ciascuna da una serie di domande a risposta multipla.

Sezioni

N. Domande

Punti

(min-max)

Ragionamento Verbale Stabilisce l’abilità nel valutare criticamente informazioni presentate in forma scritta.

44

300 – 900

Prendere Decisioni Stabilisce l’abilità nel prendere decisioni e formulare giudizi corretti usando informazioni complesse.

29

300 – 900

Ragionamento Quantitativo Stabilisce l’abilità di valutare criticamente informazioni presentate in forma numerica.

36

300 – 900

Ragionamento Astratto Stabilisce la capacità di utilizzare il ragionamento convergente e divergente per dedurre relazioni tra differenti elementi e informazioni.

55

300 – 900

TOTALI

164

1200-3600

Valutazione del test UCAT

La valutazione complessiva è ottenuta sommando i punteggi delle sezioni Ragionamento Verbale, Prendere Decisioni, Ragionamenti Quantitativo, Ragionamento Astratto. La sezione “Valutazione della situazione” non è rilevante ai fini del punteggio finale. UniCamillus redige la graduatoria finale sulla base del risultato conseguito nel testo UCAT.

Libri di Testo Anno Accademico 2019/20 Anno 1 Semestre 1

TitleAuthorSubjectPublisherProfessor
“Introduzione alla biochimica di Lehninger”
 “Lehninger Principles of Biochemistry”
David L Nelson Michael M Cox. Biochimica Naviglio
“Genetica in Medicina”
“Genetica Medica Essenziale”
Nussbaum, McInnes, Willard.
Dallapiccola, Novelli. 
Genetica MedicaEdizioni Edises
Ciceditore
Ciccacci
 “FISICA: Principi con applicazioni” Douglas C. GiancoliFisica ApplicataTerza edizione o successive, casa Editrice AmbrosianaIndovina
Elementi di biologia e geneticaSadava, Hillis, Hemmer, HackerBiologiaZanichelli, V ed.Pacini
Berne & Levy Physiology”, Sixth Updated Edition“Guyton-Hall”Fisiologia“Sherwood” ninth editionPalmieri
Fondamenti di Anatomia e Fisiologia
AnatomiaUmana
AnatomiaUmana
Timmons, TallitschAnatomiaIV edizione (2019)
Martini
Tortora
Barchi/Sciamanna
“Elementi di istologia”William Bloom, Don W. Fawcett, IstologiaII edizione a cura diV. Cimini, CIC Edizioni Internazionali.Massimiani
Arte della Medicina.
L’arte lunga. Storia della medicina dall’antichità a oggi.
Storia della medicina. Per il corso di laurea triennale per ostetrici.
Storia della medicina.
BERNABEO R.A.
COSMACINI G.
LIPPI D.
SOURNIA J.C. 
Storia della MedicinaEsculapio
Laterza
CLUEB
 Edizioni Dedalo
Mattei
Exploring Medical Anthropology
 Narrare la malattia. Lo sguardo antropologico sul rapporto medico-paziente
Donald Joralemon,
J. Byron Good e S. Ferraresi,
Discipline Demo-Etno-Antropologiche Pearson Education 2010
 Ed. Einaudi 2006
Montanari
Elementi di diagnostica per immaginidi Leonardo Capaccioli e Natale Villari Diagnostica per Immagine e RadioTerapia2014Magi
Psicologia Generale, capire la mente osservando il comportamento.  N. Holt, A. Brenner, E. Sutherland, M. Vliek, M. Passer, R. smith.Psicologia GeneraleMcGraw-Hill, 2007Mari
Slide delle lezioni e articoli scientifici. / lectures’ slides and scientific articles. Pedagogia Generale e Sociale Acciarino
La disciplina ostetrica. Teoria, pratica ed organizzazione della professione
Ostetriche e Midwives. Spazi di autonomia e identità corporativa

AAVV

Spina

Midwifery

MacGraw-Hill

Angeli

Colaceci
OstetricaCostantini, CalistriMidwiferyPiccin ed. 2013
ISDN 9788829921485
Sarta
Fundamentals of Nursing (9th Ed.) St. Louis, Missouri: Elsevier.Scienze InfermieristichePotter & Perry (2017)Pucciarelli

Libri di Testo Anno Accademico 2019/20 Anno 1 Semestre 2

TitleAuthorSubjectPublisherProfessor
Elementi di Patologia e Fisiopatologia Generale – Per i corsi di Laurea in Professioni Sanitarie –G.M. PontieriPatologia ClinicaEdizioni Piccin (4a Edizione, 2018).Romeo
Le basi della MicrobiologiaRichard A. Harvey, Pamela C. Champe Bruce D. FisherMicrobiologia Armenia
Mayes’ MidwiferyMacDonald, JohnsonMidwiferyElsevier, 2018Colaceci
La disciplina ostetrica. Teoria, pratica ed organizzazione della professione
Ostetriche e Midwives. Spazi di autonomia e identità corporativa
AAVV
Spina
Midwifery

MacGraw-Hill

Angeli

Trivelli
 Trattato di cure infermieristiche.
 Infermieristica medico-chirurgica. 
Saiani L, Brugnolli A.
Brunner, Suddarth.
Scienze Infermieristiche Napoli: Sorbona – Idelson Gnocchi; 2011.
Milano: Casa Editrice Ambrosiana; 2015.
Bulfone

Presidente della Commissione Didattica: Gaetano Lanzetta
Direttore Didattico: prof. Simona Sarta simona.sarta@unicamillus.org

Attori del processo di Assicurazione della Qualità

Il Gruppo di Assicurazione della Qualità (GAQ) è presieduto dal Direttore Didattico del Corso di Studi (CdS) o dal Presidente, che svolge il ruolo di Responsabile per la Qualità del Corso; esso assicura il corretto e regolare svolgimento delle attività, in coordinamento con il PQA e con i referenti di AQ di Ateneo.

Il GAQ concorre nella progettazione, nella realizzazione e nella verifica delle attività correlate al CdS.

Il Gruppo di Riesame svolge le seguenti funzioni:

a) individua gli interventi migliorativi, segnalandone il responsabile e precisandone le scadenze temporali e gli indicatori che permettono di verificarne il grado di attuazione;

b) verifica l’avvenuto raggiungimento degli obiettivi perseguiti o individua le eventuali motivazioni di un mancato o parziale raggiungimento;

c) redige la Scheda di Monitoraggio Annuale (SMA), che viene inviata al NdV e al PQA per il tramite dell’Ufficio Qualità di Ateneo.

FASE TRANSITORIA

UniCamillus, nella fase transitoria prevista a livello Statutario, al fine di facilitare la fase di avvio del Sistema AQ, ha ritenuto funzionale optare per la nomina a livello di ciascun CdS, del solo Gruppo di Assicurazione della Qualità, che viene chiamato a svolgere anche le funzioni di pertinenza del Gruppo di Riesame.

Il GAQ ha il compito di monitorare l’andamento della gestione del CdS, di redigere la Scheda di Monitoraggio Annuale SMA e il rapporto di riesame ciclico RRC in collaborazione con il Presidente della Commissione didattica.

Gruppo Assicurazione Qualità CdS Ostetricia

  • Prof.ssa Sofia COLACECI
  • Prof. Gaetano LANZETTA
  • Prof.ssa Simona SARTA