Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia (LM-41)

NUOVA SEDE DI VENEZIA

  • Venezia
  • Lingua Italiana

Guarda le foto del primo giorno di lezioni VAI ALLA GALLERY

Panoramica del Corso
Piano di studi e Schede Insegnamento del Corso
Prova di ammissione del corso
CALENDARI
La sede
Sistema AQ
Informazioni pratiche
Segnalazione studenti
Regolamenti

Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia in Lingua Italiana

Nuova sede di Venezia

Il Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia si articola in sei anni.

Il Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia ha come obiettivo principale la formazione della figura professionale del medico competente in ogni aspetto della scienza medica, che sia in grado sia di affrontare qualsiasi tipologia di formazione specialistica relativa alle diverse branche della medicina, sia di poter esercitare il suo ruolo all’interno delle diverse organizzazioni del sistema sanitario nazionale ed internazionale. La figura professionale che il corso intende formare deve essere altresì in grado di poter utilizzare i processi di apprendimento e di aggiornamento professionale permanenti.

Pertanto, la mission del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia sarà quella di formare futuri medici che abbiano una solida preparazione di base in ambito biologico e fisiopatologico e che siano in grado di gestire tutte le fasi del percorso clinico, sfruttando le competenze acquisite attraverso un percorso interdisciplinare sviluppato nei vari ambiti della medicina. Tale percorso sarà caratterizzato dalla centralità dell’individuo come punto focale e da una conoscenza antropologica che sia in grado di riconoscere la dignità della persona umana e rivolga particolare attenzione alla realtà dell’uomo ammalato ed al valore della sofferenza.

Particolare attenzione verrà inoltre posta sulla Medicina di genere, definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) come lo studio dell’influenza delle differenze biologiche (definite dal sesso) e socio-economiche e culturali (definite dal genere) sullo stato di salute e di malattia di ogni persona, al fine che essa entri a far parte a pieno titolo dei percorsi formativi dei futuri medici, con l’obiettivo di renderli consapevoli e competenti sulla centralità di un approccio genere-specifico nei processi di prevenzione, diagnosi e cura.

Le caratteristiche del medico che si intende formare comprendono:

  • buona capacità al contatto umano (communication skills);
  • capacità di autoapprendimento e di autovalutazione (continuing education); i laureati dovranno aver sviluppato quelle capacità di apprendimento che consentano loro di continuare a studiare in modo autodiretto o autonomo, riuscendo a valutare criticamente le informazioni e le nuove conoscenze;
  • gestione ottimale di un buon archivio della propria pratica medica, per una sua successiva analisi e miglioramento;
  • abilità ad analizzare e risolvere in piena autonomia i problemi connessi con la pratica medica insieme ad una buona pratica clinica basata sulle evidenze scientifiche (evidence based medicine);
  • capacità di raccogliere, organizzare ed interpretare correttamente l’informazione sanitaria e biomedica dalle diverse risorse e database disponibili come i sistemi di gestione di dati clinici;
  • abitudine all’aggiornamento costante delle conoscenze e delle abilità ed il possesso delle basi metodologiche e culturali atte all’acquisizione autonoma ed alla valutazione critica delle nuove conoscenze ed abilità (continuing professional development);
  • buona pratica di lavoro interdisciplinare ed interprofessionale (interprofessional education);
  • conoscenza approfondita dei fondamenti metodologici necessari per un corretto approccio alla ricerca scientifica in campo medico, insieme all’uso autonomo delle tecnologie informatiche indispensabili nella pratica clinica e saper comprendere l’applicazione e anche le limitazioni della tecnologia dell’informazione;
  • dimostrare di avere le capacità di base e gli atteggiamenti corretti nell’insegnamento verso gli altri;
  • dimostrare una buona sensibilità verso i fattori culturali e personali che migliorano le interazioni con i pazienti e con la comunità;
  • comunicare in maniera efficace sia a livello orale che in forma scritta;
  • saper riassumere e presentare l’informazione appropriata ai bisogni dell’audience e saper discutere piani di azione raggiungibili e accettabili che rappresentino delle priorità per l’individuo e per la comunità.

SBOCCHI PROFESSIONALI I laureati in Medicina e Chirurgia svolgeranno l’attività di medico-chirurgo nei vari ruoli ed ambiti professionali clinici, sanitari e biomedici. Gli sbocchi occupazionali normalmente offerti al laureato magistrale in Medicina e Chirurgia sono rappresentati da:

  • Università e centri di ricerca;
  • Ospedali e centri specialistici;
  • Organizzazioni sanitarie nazionali ed internazionali;
  • Ambulatori pubblici e privati.

La laurea magistrale è inoltre requisito per l’accesso alle scuole di specializzazione di area medica, per il dottorato di ricerca e per i master di II Livello.

 

Tipologie delle attività didattiche e formative

La metodologia didattica prevede l’integrazione orizzontale e verticale dei saperi, un metodo di insegnamento basato su una solida base culturale e metodologica conseguita nello studio delle discipline pre-cliniche ed in seguito prevalentemente centrato sulla capacità di affrontare problemi (problem oriented learning, problem solving), il contatto con il paziente, una buona acquisizione dell’abilità clinica insieme ad una buona acquisizione dell’abilità al contatto umano.

Questo approccio interdisciplinare consente di potenziare, senza sostituire le skills di tipo medico migliorandone le performance diagnostiche e cliniche della pratica medica.

Per raggiungere tale obiettivo l’organizzazione didattica sarà fortemente caratterizzata dalla presenza di insegnamenti integrati, con l’intenzione di promuovere negli studenti la capacità di acquisire conoscenze non in modo frammentario bensì ̀ interdisciplinare e di applicarle nella risoluzione di “case study”, anche in un’ottica di longlife learning.

La capacità di apprendimento sarà verificata attraverso prove scritte e/o prove orali. La valutazione degli studenti avverrà anche attraverso verifiche formative in itinere (prove di autovalutazione e colloqui intermedi), relazioni scritte degli studenti su temi assegnati ed attraverso la valutazione del profilo complessivo elaborato in base a criteri predefiniti. Sarà privilegiata una modalità di verifica uniforme all’interno dell’intero piano didattico, in particolare nei corsi integrati formati da più moduli di insegnamento. Le prove d’esame potranno essere articolate (oltre che nelle tradizionali modalità dell’esame orale e/o scritto) anche in una sequenza di items utili a verificare le conoscenze acquisite come i test a scelta multipla o le risposte brevi scritte organizzati su problemi o casi clinici a carattere interdisciplinare, seguiti da esami utili ad accertare le competenze cliniche acquisite. La modalità di verifica delle conoscenze acquisite avrà come focus centrale la collocazione delle nozioni di base in un contesto multidisciplinare.

Lo studente è considerato perno del processo formativo, sia nella progettazione didattica che nel miglioramento dell’intero curriculum, allo scopo di potenziarne l’iniziativa autonoma. La vera competenza professionale si raggiunge solo dopo una lunga consuetudine al contatto col paziente, che viene promossa dal 4 anno di corso in poi ed integrata alle scienze di base e cliniche lungo tutto il loro percorso formativo attraverso un ampio utilizzo delle attività tutoriali. L’organizzazione del piano di studi, infatti, viene pensata per coniugare la solida formazione preclinica e clinica richiesta per lo svolgimento della professione medica.

Didattica programmata

La Didattica programmata comprende il complesso degli insegnamenti, i relativi CFU e i settori scientifico-disciplinari previsti per l’intero percorso di studi della coorte (anno di immatricolazione) di riferimento.

Requisiti per tutti i candidati, comunitari e non comunitari

I candidati che desiderano partecipare al test di ammissione devono soddisfare uno dei seguenti requisiti:

  • possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado conseguito a seguito di un percorso di almeno 12 anni di scolarità.
    Se il diploma è afferente ad un ordinamento estero è necessario corredare la documentazione con la Dichiarazione di Valore rilasciata dalle rappresentanze diplomatiche italiane o con Certificazione CIMEA.
  • frequenza ultimo anno di scuola secondaria di secondo grado che consenta il conseguimento di un titolo valido per l’ammissione al corso (diploma di secondo grado di almeno 12 anni di scolarità).
    Sarà necessario, produrre entro i termini indicati, idoneo titolo di studio pena la perdita del beneficio all’immatricolazione o la decadenza dall’immatricolazione se già ammessi. Non è previsto alcun rimborso.
  • titolo conclusivo degli studi superiori conseguito in un sistema scolastico che preveda 10 o 11 anni di scolarità, integrato con uno o due anni di università, a condizione di aver superato tutti gli esami previsti per quegli anni accademici.
  • frequenza al penultimo anno di scuola secondaria di secondo grado che consenta il conseguimento di un titolo valido per l’ammissione al corso (diploma di secondo grado di almeno 12 anni di scolarità). Per i suddetti studenti i punteggi dei test svolti durante il penultimo anno di scuola superiore saranno validi per la graduatoria d’accesso relativa all’anno contestuale all’ottenimento del Diploma. Potranno infatti effettuare altri due test durante l’ultimo anno di scuola superiore, il cui risultato sarà valido per la graduatoria d’accesso relativa all’anno contestuale all’ottenimento del Diploma.

Ogni candidato al fine di perfezionare l’iscrizione alla prova di ammissione dovrà seguire le istruzioni presenti alla pagina dedicata e pagare la relativa tassa di iscrizione al test.

Il candidato è responsabile per le informazioni date nella compilazione del form di iscrizione. La presenza di informazioni false, errate od omesse comporta l’immediata esclusione dal test o, se già superato, la cancellazione dalle liste degli ammessi. Per tutti i candidati la quota di partecipazione al test non è rimborsabile ad alcun titolo.

 

Prova di ammissione

Al Corso di Laurea si accede mediante test di ammissione. Il processo di ammissione si differenzia per i candidati UE e non-UE.

⇒ Per maggiori dettagli si rimanda direttamente alla pagina dedicata ai Bandi di ammissione.

 

Calendario Didattico Anno Accademico 2023/2024

 

Calendario Esami Anno Accademico 2023/2024

 

La sede

La sede di Venezia del Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia di UniCamillus è presso l’IRCCS San Camillo, Lido di Venezia – Via Alberoni, 70 – 30126 Lido (VE).

Telefono +39 06 40 06 40

email infocenter@unicamillus.org

L’Ospedale San Camillo è un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS), accreditato dal Ministero della Salute e specializzato nella disciplina di “Neuroriabilitazione motoria, della comunicazione e del comportamento”. È uno dei 51 centri in Italia che è riuscito ad ottenere il riconoscimento come IRCCS, ovvero istituti di eccellenza che svolgono attività clinica e di ricerca nelle più svariate discipline scientifiche e mediche.  In questo quadro, il San Camillo è uno dei pochissimi centri specializzati in neuroriabilitazione, offrendo nello specifico programmi all’avanguardia per la riabilitazione di pazienti neurologici, al fine di migliorarne le funzioni motorie, le capacità di comunicazione e, in generale, la qualità di vita. Tutto basato su solide fondamenta di ricerca multidisciplinare.

Sistema AQ al Livello dei Corsi di Studi

I Corsi di Studio sono al centro della missione educativa dell’Ateneo e sono costantemente aggiornati ad opera del Gruppo di Assicurazione della Qualità (GAQ), che è istituito per ogni singolo CdS.

Il GAQ è composto dal Presidente del CdS, dal Manager/Direttore Didattico, da un docente di riferimento e da un rappresentante degli studenti. Il GAQ concorre nella progettazione, realizzazione e verifica di tutte le attività connesse al CdS, assicurandone il corretto e regolare svolgimento in coordinamento con il PQA e gli altri referenti di AQ di Ateneo.

Nella fase transitoria prevista dallo Statuto il GAQ è chiamato a svolgere anche le funzioni normalmente di pertinenza del Gruppo di Riesame.

Il GAQ/GdR ha il compito di:

1) individuare eventuali interventi migliorativi relativi al CdS, precisandone le scadenze temporali e gli indicatori che permettono di verificarne il grado di attuazione;

2) verificare l’avvenuto raggiungimento degli obiettivi prefissati o individuare eventuali motivazioni di un mancato o parziale raggiungimento;

4) redigere la Scheda di Monitoraggio Annuale (SMA);

5) redigere il Rapporto di Riesame Ciclico.

Gruppo Assicurazione Qualità CdS Medicina e Chirurgia

Agevolazioni studenti

Vai alla pagina dedicata alle agevolazioni per studenti UniCamillus della sede di Venezia

Come raggiungerci

Dal Lido di Venezia (Stazione Maria Elisabetta): Prendere l’autobus della Linea A. In alcune corse, e fuori dal periodo estivo, è disponibile anche la Linea 11. Scendere alla fermata “Alberoni San Camillo”.

Da Stazione ferroviaria Santa Lucia: Prendere il vaporetto con fermata al Lido (Linea 6, Linea 5.1 o Linea 5.2). Successivamente, si può prendere l’autobus come indicato nella sezione “Dal Lido di Venezia”.

Da Piazzale Roma: Prendere il vaporetto con fermata al Lido (Linea 6, Linea 5.1 o Linea 5.2). Successivamente, si può prendere l’autobus come indicato nella sezione “Dal Lido di Venezia”.

Da Punta Sabbioni (Cavallino Treporti): Prendere la motonave della Linea 14 con fermata al Lido. Successivamente, prendere l’autobus seguendo le indicazioni fornite nella sezione “Dal Lido di Venezia”.

In macchina: Per chi desidera arrivare all’IRCCS Ospedale San Camillo in macchina, può farlo utilizzando la Linea 17 del FERRY-BOAT. Questo è un mezzo pubblico pensato appositamente per il trasporto di veicoli e passeggeri che esegue la tratta Tronchetto – Lido di Venezia. Una volta arrivati, gli ospiti hanno la possibilità di parcheggiare gratuitamente all’interno del parcheggio dell’Ospedale.

NEWS! A partire dal 4 marzo 2024 
BARCA FUSINA – SAN CAMILLO IRCCS
L’Ospedale San Camillo di Venezia ha istituito un servizio di trasporto acqueo esclusivo a disposizione anche degli studenti e dei docenti dell’Università UniCamillus.


L’imbarcadero di Fusina è situato all’uscita autostradale di Mestre-Venezia. Dopo l’uscita, procedere in direzione Ravenna e seguire le segnaletiche per “Parking+Boat to Venice” in direzione Malcontenta-Fusina.

Gli orari consistono in due tratte di andata e due di ritorno, partenza da Fusina alle 7.30 e alle 9.30, e partenza dall’IRCCS San Camillo con destinazione Fusina alle 16.30 e alle 18.30.
Il servizio dispone di imbarcazione attrezzata per il trasporto disabili.

Fino al 31 maggio 2024, è possibile acquistare l’abbonamento mensile di 40 euro secondo le stesse modalità attualmente in vigore. Tale abbonamento include la possibilità di usufruire del parcheggio privato di Fusina, e coprirà esclusivamente la tratta Fusina-IRCCS San Camillo.
La tratta singola è acquistabile presso la reception del Camping Fusina o presso il ticket office di Terminal Fusina situato a 200 metri dall’uscita del campeggio.
 
Dal 31 maggio al 16 settembre, l’abbonamento e i biglietti devono essere acquistati direttamente presso i suddetti punti vendita di Fusina oppure online. Durante questo periodo la tariffa mensile è di 70 euro (parcheggio incluso*) ed è possibile usufruire di tutte le tratte già fornite dal servizio. 
Per maggiori informazioni, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale di Terminal Fusina al seguente link: www.terminalfusina.it/it/navigazione/linee 

Per informazioni rivolgersi a infocenter@unicamillus.org
⇒ Scarica qui i dettagli e gli ORARI DEL SERVIZIO BARCA

*per chi acquista i biglietti singoli, il parcheggio è gratuito solo per la prima giornata di sosta. Ad esempio, qualora un utente raggiunga l’Ospedale in barca il mercoledì e faccia ritorno il venerdì, il parcheggio sarà gratuito solo per la giornata del mercoledì.

Trasporto pubblico

MAPPA INTERATTIVA CITTÀ DI VENEZIA

MAPPA LINEE TRANVIARIE  E PRINCIPALI LINEE AUTOMOBILISTICHE

⇒ Per maggiori informazioni sui percorsi suggeriti visita il sito www.muoversi.venezia.it

Biglietti trasporti acquistabili presso le biglietterie convenzionate o automatiche, per informazioni su biglietti e abbonamenti, visita il sito www.actv.avmspa.it

Tessera Venezia Unica per usufruire di prezzi agevolati per i mezzi pubblici 

 

Il servizio costituisce la modalità attraverso la quale lo studente di UniCamillus può effettuare segnalazioni relative ad esempio alla didattica o all’organizzazione. Ha l’obiettivo di favorire una comunicazione adeguata e diretta tra gli studenti ed i referenti dell’Ateneo.

Contatti:

Per comunicazioni al referente in sedegiulia.camporese@unicamillus.org

Per comunicazioni alla Segreteria Didattica del CdLmedicina.venezia@unicamillus.org

La segreteria del CdL in Medicina risponde telefonicamente nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00

Per istanze relative alla carriera accademica: office@unicamillus.org

→ Per richieste ai rappresentanti degli studenti (il compito dei rappresentanti è quello di raccogliere le sollecitazioni degli studenti e di proporre iniziative per coinvolgere i colleghi ad una partecipazione attiva nella vita universitaria):

 • Leonardo Enevio Cantagallo med.rapp.venezia23-24@unicamillus.org
Coorte 2023/2024Antonio Mottolamed.rapp.venezia23-24@unicamillus.org
 • Jacopo Capraromed.rapp.venezia23-24@unicamillus.org

Regolamenti

⇒ Scarica il regolamento didattico CdS Medicina e Chirurgia in lingua italiana A.A. 2023/2024

⇒ Scarica il regolamento tasse e contributi del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia A.A. 2023/2024

⇒ Scarica il regolamento tasse e contributi del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia A.A. 2024/2025