• delia.goletti@unicamillus.org

Delia Goletti

Patologia Generale - Med/04

Biografia

MD, PhD, è una specialista in Malattie infettive, responsabile dell’unità di ricerca traslazionale presso l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive a Roma, Italia.
Ha compiti clinico-assistenziali presso il day service delle malattie infettive respiratorie.
Ha compiti di ricerca. I suoi interessi di ricerca sono nell’ambito della tubercolosi: patogenesi immunitaria della tubercolosi, sviluppo di nuovi test immunodiagnostici della tubercolosi, sviluppo di biomarcatori di infezione e malattia, ruolo dell’autofagia nella storia naturale della tubercolosi, impatto dell’infezione da elminti sull’HIV e la malattia tubercolare, l’impatto della terapia immunosoppressiva sulle malattie infettive.
Lavora anche sulla patogenesi immunitaria dell’echinococcosi e nello sviluppo di test immunologici diagnostici per la stadiazione della echinococcosi.
E’ presidente del gruppo ESCMYC (che lavora sui Micobatteri) a ESCMID
Ha collaborazioni in corso in tutto il mondo (India, Africa, Europa, America del Sud, Stati Uniti) sugli aspetti traslazionali dei test immunologici per la tubercolosi
Collabora con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e la European Respiratory Society (ERS) per l’eliminazione della tubercolosi
Collabora con il gruppo di lavoro del New Diagnostics Working Group con OMS e FIND per la definizione di test per la progressione dall’infezione latente alla malattia attiva sostenuta dall’OMS e dalla FIND
È nel sistema editoriale come editor di diverse riviste scientifiche tra cui Journal of Infection, BMC Infectious Diseases, PLoS ONE.
È la co-presidente del gruppo che lavora sulle “cellule T convenzionali” nell’ambito della “Collaborazione per la scoperta dei vaccini contro la tubercolosi” (CTVD) sostenuta dalla Fondazione Bill e Melissa Gates
Professore di patologia generale 06/A2-MED/02 alla università UNICAMILLUS di Roma
È presente nella lista dei migliori scienziati italiani dal 2014 http://www.topitalianscientists.org/top_italian_scientists.aspx
H index: Scopus 47; Web of Science: 46; Google Scholar 55.