Convenzioni, opportunità, vantaggi per gli studenti

Convenzioni e non solo

Gli studenti di UniCamillus godono di una serie di convenzioni e vantaggi. 
Una parte di queste riguardano in modo specifico gli immatricolati al nostro ateneo, altre sono opportunità e vantaggi pensati e rivolti a tutti gli studenti universitari.

SOLO PER GLI STUDENTI DI UNICAMILLUS

UniCampus Apartments. Azienda immobiliare indipendente da UniCamillus che offre in affitto miniappartamenti arredati e completi di tutto in un complesso residenziale di nuova costruzione a poca distanza dall’ateneo. Per maggiori informazioni https://lnx.unicampusresidence.com.

Hotel Torre di Pratolungo. Camere in convenzione con UniCamillus dotate di bagno, aria condizionata, tv via satellite e ogni altro comfort.

RoadHouse Ristorante. Situato sulla via Tiburtina e adiacente all’ateneo offre carne grigliata, burger e panini gourmet a prezzi scontati per UniCamillus. 

PER GLI STUDENTI DI UNICAMILLUS ED ALTRI ATENEI

ATAC – Trasporti Urbani

Gli studenti UniCamillus hanno diritto ad acquistare l’abbonamento ATAC a costi ridotti valido per corse illimitate all’interno del territorio di Roma Capitale:

  • su autobus, tram e filobus;
  • su bus Cotral (percorso urbano); 
  • sulle linee della metropolitana 
  • sulle  ferrovie regionali: Trenitalia solo 2^ classe,  Roma-Lido,   Roma-Giardinetti e Roma-Viterbo (percorso urbano).

Sono esclusi i seguenti collegamenti speciali:

  • collegamento Cotral Roma Tiburtina/Termini-Fiumicino Aeroporto;
  • collegamento Trenitalia “No stop” Roma Termini-Fiumicino Aeroporto.

Per tutti i dettagli consultare la pagina con il regolamento sul sito ATAC.

Detrazione IRPEF 19% spese universitarie

E’ prevista una detrazione Irpef pari al 19% degli importi pagati per tasse d’immatricolazione, iscrizione, sostenimento degli esami di profitto e di laurea, e per le somme versate per partecipare ai test di accesso ai corsi di laurea. 

Gli studenti fuori sede hanno anche una detrazione Irpef del 19% sui canoni pagati per contratti di ospitalità, atti di assegnazione in godimento o locazione stipulati con enti per il diritto allo studio, università, collegi universitari riconosciuti, enti senza fine di lucro e cooperative e sui canoni per contratti di locazione stipulati o rinnovati ai sensi della legge 431/1998, anche a uso transitorio.

Dlgs n.68/2012 sul “Diritto allo studio”

Il decreto prevede l’erogazione a “studenti capaci e meritevoli” in possesso dei “requisiti di eleggibilità” borse di studio che possono andare a coprire i costi di mantenimento agli studi per materiale didattico, trasporto, ristorazione, alloggio, accesso alla cultura.

La borsa di studio è attribuita per concorso. L’importo è determinato con decreto del Miur, che definisce anche i criteri e le modalità di riparto del fondo integrativo statale e i requisiti.

Gli importi minimi delle borse sono stati aggiornati col Dm Miur 218 del 15 marzo 2018 in questi termini:

  • Studenti fuori sede:  5.174,66 euro
  • Studenti pendolari:   2.852,71 euro;
  • Studenti in sede:      1.950,44 euro.

I requisiti richiesti sono definiti dall’articolo 8 del Dlgs n. 68/2012, con riferimento:

  1. al merito, tenendo conto della durata normale del corso di studi prevista anche con riferimento ai valori mediani della relativa classe;
  2. alla condizione economica degli studenti, sulla base dell’Isee, anche tenuto conto della situazione economica del territorio in cui ha sede l’università.

Per maggiori informazioni consultare il sito dell’Andisu, l’Associazione nazionale degli organismi per il diritto allo studio universitario o su quello del Miur.

Leave a Reply