FAQ

Clicca sulla domanda di interesse.

 

1. A quanto ammontano le tasse universitarie e come devo pagarle?

L’ammontare delle tasse universitarie varia in base al corso di studi; il pagamento viene suddiviso in due o tre rate nell’arco dell’anno. Gli importi dovranno essere versati tramite bollettino MAV, carta di credito, bonifico bancario o Paypal (si veda il regolamento Tasse e Contributi).

 

2. Sono disponibili delle borse di studio per studenti italiani e comunitari?

Gli studenti comunitari possono richiedere delle Borse di Studio all’ente della regione Lazio che si occupa di aiutare gli studenti in difficoltà economiche; le informazioni sono disponibili sul sito di Laziodisu. Inoltre UniCamillus adotta il sistema di contribuzione variabile in funzione della situazione economica equivalente della famiglia dello studente (ISEE), con quattro fasce di contribuzione commisurate al reddito familiare dello studente.

 

3. Sono disponibili delle borse di studio per studenti non comunitari e quale è la procedura per richiederle?

UniCamillus mette a disposizione un numero importante di borse di studio per gli studenti extracomunitari che non dispongono di risorse economiche proprie sufficienti e siano meritevoli e motivati. Il regolamento per la richiesta e ulteriori informazioni sono disponibili nella pagina Borse di Studio. Attenzione! La domanda compilata deve pervenire a UniCamillus entro il 18 settembre 2018 all’indirizzo mail scholarships@unicamillus.org oppure tramite posta a “Scholarships - Saint Camillus International University of Health and Medical Sciences” — Via di Sant'Alessandro 8 - 00131 Roma, Italia.

 

4. Come posso richiedere il permesso di soggiorno per motivi di studio in Italia?

I candidati non comunitari e non residenti in Italia devono richiedere il visto di ingresso in Italia per ragioni di studio seguendo le indicazioni riportate sul sito del Ministero degli Affari Esteri. Tali candidati devono presentare la domanda di pre-iscrizionepresso l’ambasciata o presso i consolati italiani nel proprio Paese entro il 24 luglio 2018

 

5. Cos’è la “pre iscrizione” presso una sede diplomatica italiana richiesta ai candidati non comunitari residenti all’estero?

La “domanda di preiscrizione” da presentare presso una sede diplomatica italiana all’estero costituisce solo un passaggio propedeutico alla richiesta del visto di ingresso in Italia per ragioni di studio, necessario per accedere a UniCamillus così come ad ogni altra università Italiana. Tale procedura, richiesta dal Ministero della Università e della Ricerca italiano, serve ad agevolare la successiva richiesta del visto di ingresso in Italia per ragioni di studio. È una procedura separata ed indipendente su cui UniCamillus non ha competenza. La domanda di preiscrizione non sostituisce, ed in nessun modo può essere associata, all'iscrizione al test di ammissione ai corsi sul sito UniCamillus; la domanda di iscrizione ai test deve essere effettuata sul portale UniCamillus entro le date previste.

 

6. Esistono delle possibilità di alloggio in prossimità delle strutture universitarie per gli studenti di UniCamillus?

UniCamillus offre supporto agli studenti nella ricerca di un alloggio. Saranno istituite delle convenzioni con strutture ubicate in diverse zone della città e inoltre saranno disponibili degli alloggi nei pressi della sede universitaria.

 

7. Qual è il costo della vita a Roma?

Il costo della vita a Roma si aggira sui 700-900 euro/mese. Esso comprende: affitto (300-600 euro più spese), abbonamento trasporti pubblici (35 euro), vitto e altre spese. Il costo varia in base alla zona della città in cui si abita, se si affitta una camera singola o doppia e ad altri parametri.

 

8. È possibile effettuare un trasferimento da un altro ateneo italiano o estero?

Il trasferimento da altra sede e/o facoltà è possibile solo per il primo anno accademico e previo superamento del test di ammissione. Gli studenti interessati a proseguire gli studi presso UniCamillus dovranno iscriversi al test di ammissione secondo le modalità indicate nel relativo bando e, in seguito al superamento del test, dovranno sottoporre la loro precedente carriera accademica all’esame di una commissione che delibererà sul riconoscimento dei crediti formativi. In futuro sarà possibile iscriversi ad anni di corso successivi al primo.

 

9. Quali sono gli sbocchi lavorativi al termine degli studi?

UniCamillus rilascerà titoli di studio con il medesimo valore legale di quelli rilasciati dalle Università tradizionali statali e non statali. I laureati potranno lavorare in Italia, Europa e in molti altri Paesi del mondo che accettano tali attestati; potranno proseguire nel campo della ricerca o svolgere la professione medica o di operatore sanitario in strutture pubbliche, private e no-profit.

 

All’Università stanno pervenendo richieste di informazioni circa i libri e i corsi di Alpha Test che preparano alla prova scritta di UniCamillus. Alpha Test è una struttura indipendente che, per prima, ha maturato una esperienza pluriennale e specifica in questo tipo di preparazione. Riteniamo certamente, pertanto, che possa essere utile, anche se, ovviamente, ciascuno potrà valutarne l’opportunità a seconda del proprio grado di allenamento nel sostenere tali specifiche tipologie di test a risposta multipla.

10. È richiesta una certificazione di inglese o un determinato livello di conoscenza della lingua per iscriversi ai corsi offerti da UniCamillus?

È possibile iscriversi a UniCamillus anche se non si è in possesso di una certificazione di inglese: non viene richiesto un livello specifico di conoscenza della lingua. Ad ogni buon conto bisogna tener presente che tutti i corsi, quindi sia lezioni che esami, sono offerti in lingua inglese.

 

11. È necessaria la conoscenza della lingua italiana per lo svolgimento dei tirocini pratici?

La conoscenza dell’italiano non è obbligatoria per lo svolgimento dei tirocini pratici. Agli studenti stranieri saranno fornite, nel corso degli studi, opportunità informali di apprendimento della lingua: condivisione degli appartamenti con studenti italiani, mensa, etc. E’ comune esperienza che dopo pochi mesi di permanenza in Italia, a prescindere dalle esigenze didattiche, tutti gli studenti abbiano dimestichezza con la lingua italiana. Chi non avesse ancora acquisito una sufficiente padronanza dell’italiano verrà affiancato da un tutor durante il tirocinio.

 

12. Dove si svolgono i tirocini curriculari?

L’Azienda di riferimento è stata individuata nella ASL ROMA 6, anche in ragione della recente inaugurazione dell’Ospedale dei Castelli (struttura principale per la realizzazione dell’integrazione tra didattica, ricerca, assistenza e per lo svolgimento dei tirocini).

 

13. Cosa devo fare se non raggiungo il requisito minimo di 12 anni di scolarità?

Coloro che non raggiungono il requisito minimo di 12 anni di scolarità e NON SONO ISCRITTI ad un corso di studi universitario, devono fornire una certificazione relativa al superamento di corsi propedeutici (foundation course), anche di durata inferiore ad un anno accademico, che conferiscano le adeguate conoscenze, competenze e abilità necessarie all’iscrizione all’università.

 

14. Cosa devo fare dopo che mi è stato comunicato il risultato del test UKCAT?

Coloro che risultano ISCRITTI/GIÀ ISCRITTI ad un corso di laurea devono presentare la certificazione accademica attestante il superamento di tutti gli esami previsti per il primo anno di corso, se in possesso di 11 anni di scolarità, oppure presentare certificazione del superamento di tutti gli esami previsti nei primi due anni accademici, nel caso siano in possesso di 10 anni di scolarità. Al termine del test il candidato riceve subito copia del risultato. Il candidato è tenuto a comunicare il risultato a UniCamillus entro il 5 ottobre 2018. Per comunicarlo occorre andare sul sito di UniCamillus, accedere alla propria pagina personale con le credenziali fornite al momento della registrazione e aggiornare la pagina con il risultato. Infine bisogna mandare una copia del risultato del test UKCAT all’indirizzo e-mail score@unicamillus.org. Tutte le informazioni sulla modalità di registrazione al test e la comunicazione del risultato si trovano alla seguente pagina.

 

15. Cos'è la tassa regionale per il diritto allo studio?

 

 
La tassa regionale per il diritto allo studio è un contributo che gli studenti iscritti in Università con sede legale nel Lazio versano alla regione. La tassa regionale deve essere versata sul conto di LAZIODISU presso il Tesoriere dell’ Ente – Banca Popolare di Sondrio – IBAN IT46P0569603211000051111X93. Per l’a.a. 2018/2019 la tassa regionale è di euro 140,00. Lo studente al momento del versamento deve specificare la seguente causale: T.R. 2018/2019 – Università + Codice Fiscale + Cognome e Nome dello studente (attenzione è necessario indicare il nome dello studente, al fine di una corretta imputazione dell’avvenuto pagamento). Il mancato pagamento della tassa regionale per ogni anno accademico, o il versamento di somme inferiori a quelle dovute ha ripercussioni sulla carriera universitaria. La conservazione della documentazione comprovante l’avvenuto pagamento è a carico dello studente. Lo studente dovrà fornire prova del citato versamento mediante invio alla UniCamillus della copia del pagamento effettuato.